Biscotto della sposa di Roccalbegna

Il biscotto della sposa di Roccalbegna

La ricetta del biscotto della sposa veniva tramandata da madre in figlia così come il mestolo che ogni famiglia usava per la preparazione del suo impasto. La sua forma è quella di un otto intrecciato ad abbraccio. Era destinato alle grandi occasioni, matrimoni, la Pasqua e la festa del paese, in quanto l'olio (ingrediente essenziale per la preparazione) era un bene prezioso da usare con parsimonia. 
E' un biscotto salato molto croccante e profumato che si conserva a lungo. Ottimo accompagnato da salumi e formaggi .... ma anche buono da solo!  Eccovi la ricetta del Bis-Cotto, sì perché è proprio cotto due volte.

I biscotti della sposa

Ingredienti

  • 1 panetto di lievito di birra
  • 500 g di farina
  • 150 g di olio extravergine di oliva
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • Sale
  • Una manciata di semi di anice
  • Acqua

Preparazione del biscotto della sposa.

La sera prima mettete in infusione nel vino bianco i semi di anice.
Fate sciogliere il lievito di birra in poca acqua tiepida, unite la farina, l'olio e impastate fino ad ottenere un impasto compatto e liscio (all'occorrenza incorporate un po' d'acqua). Aggiungete i semi di anice scolati dal vino e impastate nuovamente.
Intanto mettete sul fuoco un pentola capiente con dell'acqua salata.

Suddividete l'impasto in piccoli pezzi da 250/300 g, tirateli a filoncino quindi intrecciateli a otto.
Tuffate i biscotti nell'acqua bollente fino a che non verranno a galla.  Scolateli bene quindi adagiateli su una placca  foderata di carta da forno e infornateli a 250° per 45/50 minuti.   Si servono freddi.

Per il biscotto della sposa originale dovete rivolgervi ai due forni di Roccalbegna.
Non perdetevi la sagra dedicata al biscotto salato che si tiene nel mese di Agosto.

Condividi su:

Autore dell'articolo: Marilena

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *